Stages e Seminari

Mila Sanna, oltre all’attività di colloqui di supporto psicologico, conduce ogni anno una serie di seminari intensivi sulle tematiche de i Miti e il Corpo, relative al contenuto simbolico del mito e al suo potere trasformativo.

 

VIAGGIO TRA I MITI
Ciclo di Seminari teorico-pratici sulla lettura dei Miti e la loro azione nella sfera della personalità.

J.Campbell rispose a questa domanda: “quale sarà secondo lei il mito del futuro?”- la risposta è stata : “Parlerà del rapporto dell’individuo con la società e quello della società con il cosmo, parlerà di una società planetaria.”

Viaggio tra i Miti è un particolare e affascinante percorso di conoscenza rivolto a tutti coloro che sono interessati ai risvolti simbolici del proprio atteggiamento esistenziale, che intende esplorare il proprio mondo interno stimolato dalla suggestione evocata dall’incontro con il linguaggio simbolico espresso dal mito e dalla sua metafora. Grazie al corpo che “agisce” in forma coreografica, le istanze psicologiche ed emotive emerse, le persone avranno modo, non solo di esternarle ed esprimerle attraverso il movimento, ma anche di ri-organizzarle in una forma integrata e appagante. La gratificazione e la rielaborazione, ottenute grazie al processo creativo ed alla sua espressione, favoriscono una migliore integrazione mente-corpo ed un conseguente benessere psico-fisico.

Contemporaneità, Miti del presente e del futuro, Miti virtuali e Mito Classico, un Laboratorio sulle tematiche relative al contenuto simbolico del mito e al suo potere trasformativo, attraverso una analisi corporea del mito e l’uso di un linguaggio moderno. Tale contenuto trova la sua attivazione attraverso il lavoro corporeo che rievoca le memorie antiche e collettive, e che ne permette l’espressione grazie alla narrazione danzata di contenuti inconsci altrimenti inespressi. La rappresentazione simbolica del mito favorisce la concatenazione creativa di eventi non esprimibili a parole e che prendono una loro forma grazie allo sviluppo del movimento che li attiva, li smobilita, li trasforma restituendoli all’individuo in una forma elaborata e significativa.

Il laboratorio si fonda sulla DanzaMovimentoTerapia in chiave simbolica e vuole approfondire una modalità di approccio al corpo che ci riporti a mettere in relazione il nostro passato ed il nostro presente in una dimensione di integrazione e arricchimento della consapevolezza e della propria identità. Un suggestivo lavoro che integra i diversi linguaggi (corporeo, psichico, creativo ed espressivo) promuovendo l’evoluzione della Coscienza attraverso un’affascinante viaggio che porta alla riunione degli Opposti (Maschile/Femminile, Luce/Ombra) e all’integrazione degli aspetti psichici, incarnati nei miti, che governano le nostre azioni.

LA SCELTA DI PENELOPE
gruppo di crescita personale

L’esperienza di molti anni sulla conduzione di gruppi terapeutici e di crescita personale, ha favorito l‘integrazione delle terapie espressive sviluppando una metodologia specifica, basata sull’integrazione dei linguaggi espressivi contenuti nelle terapie espressive a mediazione artistica, affiancati agli aspetti simbolici contenuti nei miti attraverso la lettura psicologica della loro influenza nel funzionamento emotivo e comportamentale.

La scelta di Penelope è un percorso di crescita personale, che si sviluppa all’interno di un gruppo creato dopo un’esperienza introduttiva in forma seminariale, in cui i partecipanti vengono a contatto con le parti profonde del Sé, stimolate dal potere del Mito e dalle tecniche corporee, e che vengono inseguito elaborate e approfondite in un percorso personale o collettivo.
Questo “Viaggio”offre una metodologia integrata fondata su alcune delle principali tecniche di relazione d’aiuto, come: la danzamovimentoterapia, l’arteterapia, la musica e le risorse del processo creativo per promuovere l’intergrazione psico-fisica e relazionale. Incontri in cui sentirsi in un luogo sicuro e protetto, dove poter esprimere senza giudizio e interpretare i messaggi celati dietro il filo ingarbugliato dei propri conflitti, per scoprire l’insieme di possibilità che la panoramica offerta dal gruppo e dalle sue risorse può proporre. Un percorso guidato in cui le risposte non sono precostituite ma scoperte e attinte dal patrimonio dalle risorse soggettive e di gruppo che spesso rischiano di rimanere inespresse se non valorizzate e sostenute. Il gruppo costituito assume la valenza di viaggio di conoscenza e di crescita personale, scoperta e condivisione di nuovi orizzonti esistenziali.

Si è sempre considerato Ulisse come il viaggiatore d’elezione all’eterna ricerca della via del ritorno come metafora del viaggio interiore alla scoperta di se stessi. Gli incontri e le esperienze da lui vissute raffigurano il viaggio dell’uomo attraverso peripezie, problemi, conflitti, trasformazioni incontrati sulla strada della conoscenza, necessari al processo di individuazione.
Ma chi si è chiesto cosa faceva Penelope, importante aspetto Femminile del medesimo viaggio meta del quale non può essere che la congiunzione degli opposti, nel suo “incessante fare e disfare”? Era solo un’attesa passiva, evitare l’evento indesiderato, una speranza…
È questo il tema centrale degli incontri che proponiamo a tutti coloro che si identificano con quelle “terre di mezzo” in cui scegliere è difficile e comprendere può essere doloroso, per riscoprire il proprio paesaggio interiore sul quale dipanare i fili ingarbugliati riattivando la creativa danza della trama e dell’ordito, e permettendo alla tela di esprimere la sua bellezza.